Tuesday 04 August 2020
Prima Pagina

«Delitto Cesaroni, chi sapeva si è ucciso»

Cristiana Mangani
È quasi la mezzanotte del 7 agosto del 1990, quando il capo della sezione Omicidi della questura di Roma, Antonio Del Greco, riceve una telefonata: «Dotto', venga de' corsa in via Poma, abbiamo trovato il cadavere di una ragazza». È il cadavere di Simonetta Cesaroni. A distanza di trent'anni, per la sua morte non c'è un assassino. Dottor Del Greco, chi ha ucciso in via Poma? «Resto certo del movente sessuale, tutti i testimoni sono stati reticenti.


Per continuare a leggere l'articolo, l'edizione de Il Messaggero dalla mezzanotte e tutte le edizioni del giornale, attiva subito la promozione.

Leggi Subito